Breno, post social per la cena di uccellini: denuncia

I Cc forestali hanno pizzicato un ristoratore che proponeva uccellini ai clienti per la festa di Ognissanti. Peccato per lui che sia vietato dalla legge.

(red.) Forse non ci ha pensato e riteneva che fosse un atto innocente quello di avvisare i propri amici tramite Facebook per invitarli a una cena nel suo ristorante per la festa di Ognissanti. Peccato che il menù fosse anche a base di uccellini, la cui commercializzazione è vietata. E’ quanto successo nei giorni precedenti a lunedì 4 novembre in un locale di Breno, in Valcamonica, nel bresciano.

Il suo post sui social ha attirato l’attenzione anche dei carabinieri forestali della stazione locale che hanno raggiunto il posto e denunciato il titolare per illecita detenzione di fauna selvatica finalizzata alla messa in commercio. Nel corso della perquisizione sono stati sequestrati una cinquantina tra tordi e cesene che erano diretti ai commensali. In più sono arrivate altre sanzioni, dai 750 ai 4.500 euro, perché gli alimenti non erano tracciabili.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.