Coccaglio, trova lavoro ma muore a pochi metri

Ieri pomeriggio un 57enne ha perso la vita stroncato da un malore subito all'esterno di una carrozzeria dove si era presentato ottenendo un'occupazione.

Più informazioni su

(red.) E’ incredibile e allo stesso tempo drammatico quanto avvenuto nel primo pomeriggio di ieri, giovedì 31 ottobre, a Coccaglio nel bresciano. Intorno alle 14,30 un 57enne residente da poco tempo a Chiari e dopo aver vissuto per anni a Gussago era riuscito a ottenere un posto di lavoro in una carrozzeria. In particolare, alla Bornatici di via Marco Polo dove ieri si era presentato e aveva parlato con il titolare in attesa di iniziare lunedì 4 novembre. Evidentemente felice per quell’occupazione, era poi risalito in auto superando il cancello, ma poi subito accostando.

Infatti, sentiva la sensazione di avere un malore e ha subito spento l’auto pensando di riuscire a contattare i soccorsi. Invece, è morto sul colpo. A dare l’allarme e a chiamare il 112 è stato un cliente dell’officina e che ha notato quella Fiat Panda ferma e con a bordo il conducente che non dava segnali. Sul posto sono arrivate l’automedica da Bergamo e due ambulanze, oltre ai carabinieri della compagnia di Chiari, ma per l’uomo non c’era ormai più nulla da fare e ogni tentativo di rianimazione è stato inutile. In seguito il magistrato di turno ha avvisato l’unico familiare e poi fatto condurre il corpo al cimitero di Coccaglio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.