Calcinato, nei guai due falsi venditori di frutta e verdura

L'episodio in scena lo scorso 4 settembre ai danni di un anziano. Uno lo intratteneva e l'altro gli ha rubato la collanina. Sono due napoletani in manette.

Più informazioni su

(red.) Nei giorni precedenti a lunedì 21 ottobre i carabinieri bresciani della stazione di Calcinato hanno denunciato a piede libero due fratelli, originari e residenti in provincia di Napoli, per furto con destrezza ai danni di un anziano del paese e commesso lo scorso 4 settembre. Già noti alle forze dell’ordine per avere messo in campo episodi simili in passato, si trovavano a bordo del loro furgone per vendere frutta e verdura. Ma si trattava di una missione di facciata, perché in realtà volevano colpire i più indifesi, soprattutto gli anziani.

Quindi, si erano presentati alla loro vittima mostrando i prodotti. Ma la vittima non era convinta dell’acquisto e a quel punto uno dei due lo ha intrattenuto e l’altro gli ha strappato la collanina dal collo. In seguito erano fuggiti alla ricerca di altri clienti da colpire. L’episodio è stato denunciato ai carabinieri che a un mese di distanza hanno raccolto tutti gli indizi, anche attraverso le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza e lettori di targhe che avevano immortalato il loro furgone. Ora per i due sono scattate le manette con l’accusa di furto aggravato in concorso.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.