Gambara, fuori strada: autista muore per malore

Sabato sera tragedia: Massimo Zanardelli alla guida di una Dacia ha perso il controllo e la vettura si è ribaltata. Gli altri quattro occupanti in ospedale.

Più informazioni su

(red.) Nuova vittima sulle strade della provincia di Brescia. E’ successo sabato sera 12 ottobre sulla provinciale 103 tra Gambara e Ostiano, nella vicina provincia di Cremona, quando una Dacia Duster bianca condotta da un uomo di 56 anni è uscita di strada ribaltandosi con un lato verso una roggia. E per il conducente non c’è stato nulla da fare. La vittima, Massimo Zanardelli, residente a Ostiano, stava guidando la vettura a bordo della quale c’erano anche la moglie e un’altra coppia di amici con il loro figlio di 10 anni e residenti a Pessina Cremonese. Avevano appena trascorso una serata e stavano rientrando a casa.

Ma in una delle curve che fanno parte della provinciale, all’altezza del km 3 e vicino alla strada di campagna che porta all’impianto di tiro al piattello, il 56enne ha accusato un malore, forse un arresto cardiaco. Così facendo la vettura, seppur a bassa velocità, è finita contro una roggia senza acqua e poi con il fianco destro nel campo agricolo vicino. Subito sono scattati i soccorsi con l’arrivo sul posto delle ambulanze di Asola, Gambara e Vescovato, oltre ai vigili del fuoco di Cremona e Verolanuova e i carabinieri di Gambara per ricostruire la dinamica.

Sono state tentate le manovre di rianimazione dell’autista, che tra una settimana avrebbe compiuto 57 anni, ma per lui non c’è stato nulla da fare. La sua salma è stata trasferita alla sala mortuaria della casa di riposo di Ostiano. Gli altri occupanti, invece, con ferite lievi, sono stati condotti all’ospedale di Cremona per essere medicati. E nel frattempo è stata anche recuperata l’auto incidentata. L’uomo lavorava in una falegnameria a Gambara e per lui domani, martedì 15 ottobre, alle 15 ci sarà il funerale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.