Pontevico, rapina e picchia una prostituta: arresto

19enne è finito in manette dopo che lo scorso giugno aveva chiesto a una donna un'altra prestazione oltre a pattuita. Al suo rifiuto scattati pugni e calci.

(red.) L’altro giorno, mercoledì 2 ottobre, un ragazzo bresciano di 19 anni residente a Pontevico è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Verolanuova per quanto aveva commesso lo scorso giugno. Infatti, su un sito internet di incontri aveva contattato una prostituta concordando una prestazione. La donna, una 31enne rumena, aveva raggiunto l’abitazione del cliente e dopo essersi fatta consegnare il denaro ha proceduto con quanto pattuito. Ma subito dopo il giovane ha chiesto un’altra prestazione e quando lei si è rifiutata sono scattate le violenze.

Il ragazzo ha preso a calci e pugni la prostituta per poi riprendersi il denaro e derubandola del resto, quindi l’aveva cacciata di casa. Lei a quel punto aveva allertato i carabinieri. Le indagini sono andate avanti per diverse settimane per ricostruire la vicenda e accertare l’accaduto. Quando ogni tassello è entrato al suo posto, i militari hanno ricevuto dal giudice delle indagini preliminari di Brescia un’ordinanza di custodia cautelare che hanno notificato al 19enne. Per lui è stato disposto l’obbligo di dimora a Pontevico e di presentarsi ogni giorno in caserma per la firma.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.