Valcamonica, 22enne a caccia in dirupo e muore

Alex Bertoli, di Angolo Terme, è precipitato ieri per circa 150 metri dopo aver messo male un piede. L'amico ha poi allertato i soccorsi, ma nulla da fare.

Più informazioni su

(red.) Morire a 22 anni mentre si pratica una passione come la caccia. E’ successo ieri mattina, mercoledì 2 ottobre, in Valcamonica, nel bresciano, tra il Monte Pora e il passo della Presolana. Alex Bertoli, questo il nome della vittima, ieri è precipitato per circa 150 metri in fondo a un canalone dopo aver messo un piede in fallo e nel momento in cui stava percorrendo un sentiero impervio. Il giovane di Angolo Terme era uscito di casa all’alba con un amico per godersi quella giornata a caccia di selvaggina. A bordo di un fuoristrada avevano raggiunto il Monte Pora e da qui a piedi si erano mossi lungo le montagne per la caccia.

Dopo le 10,30 si è consumata la disgrazia quando il 22enne lungo un sentiero ha messo male un piede sul terreno scivoloso ed è precipitato nel vuoto. L’amico, nonostante lo shock, è riuscito ad allertare i soccorsi facendo muovere diverse squadre insieme al Soccorso alpino di Breno e all’elicottero. Vista la posizione in cui il giovane era caduto, anche ai soccorritori si è reso complicato raggiungere il posto, mentre un medico calato con il verricello non ha potuto fare altro che accertare il decesso di Alex.

Il corpo è stato recuperato con il velivolo e condotto a valle, poi subito restituito alla famiglia visto che la dinamica era certa e non è stato necessario disporre l’autopsia. Il compagno di caccia, invece, si è mosso a piedi insieme ai tecnici del Soccorso alpino. E ora la comunità camuna di Angolo Terme piange il giovane che si era diplomato all’Itis “Piana” di Lovere ed era dipendente della Mamè Forge. Figlio di Elisa Mai, ex vicesindaco di Riccardo Minini, era attivo nella Lega e suonava anche nella Fanfara Alpina della Valcamonica. Domani, venerdì 4 ottobre, alla 15 sarà celebrato il funerale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.