Quantcast

Trentino, operaio bresciano travolto da una ruspa

Ieri pomeriggio l'addetto 38enne di Chiari stava lavorando per un'impresa di scavi e una condotta del metano. Si è visto schiacciare una gamba dalle ruote.

(red.) Ieri pomeriggio, mercoledì 2 ottobre, un operaio di 38 anni bresciano residente a Chiari è rimasto vittima di un grave infortunio sul lavoro a Cologna di Pieve di Bono, alla Valle del Chiese, in Trentino. L’addetto stava lavorando per un’impresa bresciana a una serie di scavi per la posa di una conduttura del metano quando, all’improvviso, è stato schiacciato a una gamba dalle ruote di una ruspa.

Subito per lui sono scattati i soccorsi e sul posto è atterrato l’elicottero che ha trasportato l’operaio all’ospedale Santa Chiara. I rilievi sull’infortunio sono stati affidati alla Polizia Locale della Valle del Chiese.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.