Chiede scusa a tutti prima di morire in un dirupo

Gabriele Puccia, 27enne mantovano, laureato a Brescia e partito da Sirmione, ha pubblicato un video in cui parla degli errori nell'affrontare un'escursione.

Più informazioni su

(red.) Ha molti collegamenti con Brescia la vicenda del 27enne mantovano Gabriele Puccia che tra venerdì 30 e sabato 31 agosto ha perso la vita dopo essere precipitato in un dirupo a Valsorda, in Valpolicella. E a rendere ancora più drammatica la tragedia è quanto aveva fatto pochi minuti prima il giovane. Infatti, si era ripreso con il cellulare portando alla luce gli errori che aveva commesso nel momento in cui stava affrontando l’escursione. Ha detto di aver sbagliato strada e anche tipo di scarpe per il genere di sentiero che stava affrontando.

Laureato in Fisioterapia all’Università di Brescia, era partito da Sirmione dove era stato ospite di amici prima di affrontare il percorso. Nello stesso video aveva anche ammesso di non sapere dove aveva parcheggiato l’auto e lì, conscio del rischio che correva, ha lanciato una sorta di testamento chiedendo scusa a tutte le persone cui avrebbe fatto del male o che avrebbe deluso. Un video pubblicato sui social prima di cadere per 10 metri e perdere la vita.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.