Quantcast

Scontro via Corsica, trovati pezzi auto pirata

Un pachistano residente a Milano è proprietario della Dacia fuggita ieri dopo un incidente. Ma sarebbe estraneo. Deve dire a chi ha prestato la sua vettura.

(red.) Nel corso della giornata di ieri, lunedì 29 luglio, sono emerse delle novità a proposito dell’incidente stradale e con tanto di fuga da parte di una vettura pirata all’incrocio tra le vie Don Bosco e Corsica a Brescia, in città. Secondo alcuni sviluppi emersi dalle prime indagini della Polizia Locale, pare che a causare l’impatto sia stata una mancata precedenza da parte di una delle due vetture che si sono scontrate all’altezza di una rotonda. Sono rimaste coinvolte una Renault Clio che si era ribaltata e una Dacia che invece è fuggita.

Infatti, una delle due non avrebbe rispettato un segnale di stop nel momento di immettersi nel rondò e la Renault è finita con le ruote all’aria dopo aver urtato un marciapiedi. Lo stesso conducente è riuscito da solo a sfilarsi dall’abitacolo e ha verificato che l’altro veicolo era scappato. A quel punto la Polizia Locale si è messa sulle tracce della Dacia sparita verificando una serie di danni che il veicolo aveva subito trovando nella vicina via San Zeno anche dei pezzi della targa.

Così gli agenti sono risaliti al proprietario che risulta essere un pachistano residente a Milano, ma sarebbe estraneo all’incidente. Ora dovrà dare le informazioni alla Polizia su chi fosse alla guida e avanza l’ipotesi di una denuncia per fuga e omissione di soccorso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.