Pontevico, agente si lancia nell‘Oglio e salva pescatore

Martedì sera un poliziotto di Cremona si è tuffato nel fiume e ha raggiunto un 26enne, poi lo ha rianimato. E ieri questo lo ha ringraziato del salvataggio.

Più informazioni su

(red.) Martedì sera 23 luglio un agente della Polizia stradale di Cremona è stato protagonista di un salvataggio nelle acque del fiume Oglio tra Robecco e Pontevico, al confine tra le province di Cremona e Brescia. E’ accaduto tutto intorno alle 21 quando la pattuglia era stata chiamata sul posto per rimuovere dei detriti presenti sull’autostrada A21. A un certo punto i due agenti, tra cui Alessio Catani, hanno notato un corpo nel fiume al di sotto del ponte che veniva mosso dalla corrente. Si trattava di Davide Pagani, un pescatore di 26 anni residente a Robecco e che in quei minuti stava praticando la sua passione.

Poi è probabile che sia stato colto da malore facendolo balzare in acqua in balia della corrente. A quel punto Alessio Catani si è alleggerito di stivali e cinturone e si è lanciato in acqua raggiungendo il pescatore. Lo ha poi condotto su un isolotto in mezzo al fiume e qui lo ha rianimato. Subito dopo ha richiamato anche il collega avvisandolo che stavano bene e poi si è fatto carico del giovane pescatore portandolo verso una strada e aiutati da altri colleghi. Infine, sono stati condotti all’ospedale Maggiore di Cremona per poi essere dimessi. Ieri mattina il giovane ha poi voluto ringraziare il poliziotto che lo ha salvato.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.