Coccaglio, cerca di uccidere moglie e figlia con martello

Nella notte 59enne è stato arrestato dai carabinieri. Nel garage dell'abitazione c'erano delle taniche di benzina che avrebbe voluto usare per dare fuoco.

(red.) E’ una scena di follia che rischiava di finire con una tragedia quella che si sono trovati di fronte i carabinieri nella notte tra lunedì 15 e oggi, martedì 16 luglio, in un’abitazione di Coccaglio, nel bresciano. Un uomo di 59 anni, infatti, ha cercato di uccidere a martellate la moglie 51enne e la figlia di 21 anni. I militari sono giunti sul posto dopo che un altro figlio, residente nella stessa palazzina, aveva sentito le urla provenire dalla madre e dalla sorella.

E a quel punto ai carabinieri non è rimasto altro da fare che arrestare il 59enne. In più, durante un controllo, nel garage sono state trovate alcune taniche di benzina che forse il padre di famiglia avrebbe voluto usare per bruciare la casa. Le due aggredite sono state condotte in ospedale per essere medicate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.