Quantcast

Valsabbia, devastano i boschi: tre denunciate

I carabinieri forestali di Vobarno sono entrati in azione per tre volte. Chi aveva costruito una strada senza alcun permesso e chi si era ampliato troppo.

Più informazioni su

(red.) Nelle ore precedenti a venerdì 12 luglio i carabinieri forestali bresciani di Vobarno sono stati impegnati in tre interventi in Valsabbia nei confronti di chi non aveva rispettato la legge nel momento in cui hanno modificato interi strati di boschi e non solo. Per esempio, i titolari di un’impresa forestale di Bione, senza alcun permesso, hanno realizzato una vera e propria strada lunga un chilometro e asportando 1.418 metri cubi di terreno e distruggendo più di 5 mila metri quadrati di vegetazione. Per i responsabili è scattata anche una sanzione di 85 mila euro.

In un secondo caso, invece, è finita nei guai un’azienda di Odolo che lavora nei metalli. Dopo aver ottenuto l’autorizzazione ad allargare il proprio capannone industriale, i responsabili hanno pero rimosso 2.654 metri quadrati di area boschiva in più rispetto al consentito. E per loro è arrivata una sanzione di 42 mila euro per aver violato il vincolo paesaggistico.

Infine, ad Agnosine i rappresentanti di un’acciaieria hanno ottenuto di ampliare il piazzale della propria azienda, ma anche in questo caso hanno usato 4.684 metri cubi in più di rocce rispetto al consentito e hanno avuto una multa di 28 mila euro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.