Rovato, scarcerato e arrestato in poche ore

Un 35enne marocchino detenuto nel carcere di Cremona, lunedì era riuscito a ottenere i domiciliari a Borgo San Giacomo. Ma è stato visto ubriaco in strada.

(red.) Dalla scarcerazione al nuovo arresto in sole quattro ore. E’ successo lunedì 8 luglio e il protagonista in negativo di questa vicenda è un 35enne marocchino. Intorno alle 13, grazie al suo avvocato, era riuscito a ottenere i domiciliari dopo aver scontato un certo periodo di tempo dietro le sbarre del carcere di Cremona dove era finito per rapina aggravata. E dopo essere uscito, doveva raggiungere l’abitazione di Borgo San Giacomo, nella bassa bresciana, per proseguire con la detenzione.

Peccato che non sia mai arrivato e anzi i carabinieri della stazione di Rovato, durante un servizio di pattuglia, intorno alle 17 lo hanno notato completamente ubriaco e che vagava a piedi per strada. Quindi, lo hanno fermato e identificato, scoprendo la sua situazione. E’ stato di nuovo arrestato, in quel caso per evasione, con il provvedimento convalidato e posto ai domiciliari in attesa del processo del prossimo 17 luglio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.