Pisogne, operaio stroncato da malore a pranzo

E' successo ieri pomeriggio alla Palini Vernici di via San Girolamo. La vittima, Ivan Silini, 49 anni, si stava per rimettere al lavoro. Inutili i soccorsi.

Più informazioni su

(red.) Nel primo pomeriggio di ieri, lunedì 8 luglio, si è consumata una disgrazia all’interno di una fabbrica di Pisogne, sull’alto Sebino, nel bresciano. Intorno alle 13 e poco prima di riprendere la giornata lavorativa, un operaio è morto dopo aver accusato un malore. Ivan Silini, questo il nome della vittima, addetto 49enne alla Palini Vernici di via San Girolamo, aveva appena concluso il pranzo all’interno dello spogliatoio.

E nel momento di tornare al lavoro probabilmente è stato stroncato da un arresto cardiaco. Subito per lui sono scattati i soccorsi al 112 facendo arrivare un’ambulanza della Croce Blu di Lovere e anche l’elicottero, ma non c’è stato nulla da fare nel trasferimento in codice rosso all’ospedale di Esine. Viveva in via Bettoni e lascia la moglie e due figli.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.