Quantcast

Manerba, entra al bar con un revolver: arrestato

Giovedì notte un 39enne rom dava fastidio ai clienti di un locale ed era stato portato all'esterno dalle forze dell'ordine. Nel marsupio aveva una pistola.

Più informazioni su

(red.) Lo scorso giovedì notte 4 luglio un cittadino rom di 39 anni, pluripregiudicato e residente nel bresciano, è stato arrestato a Manerba del Garda dopo essere stato sorpreso con addosso una pistola detenuta illegalmente. Tutto è accaduto tra l’interno e il parcheggio della birreria “Avanzi” nel momento in cui l’uomo dava fastidio agli altri clienti, anche perché ubriaco. Erano anche presenti due militari in borghese che sono intervenuti e lo hanno portato all’esterno per tutti gli accertamenti del caso. Sul posto è poi arrivata anche una pattuglia in supporto che ha aiutato i colleghi a perquisire l’uomo.

E infatti nel marsupio aveva un revolver calibro 38 caricato con sei proiettili e che avrebbe potuto uccidere. Tra l’altro, era posseduta in modo non legale dal cittadino e quindi è stata sequestrata e poi consegnata alla Polizia scientifica e alla balistica per capire se abbia sparato e sia stata usata in passato. Infine, l’uomo è stato arrestato per detenzione illegale di arma da fuoco e condotto nel carcere di Canton Mombello a Brescia dove è stato interogato dal giudice delle indagini preliminari che ha confermato il fermo e la detenzione dietro le sbarre.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.