Quantcast

Brescia, alcol e droga: due autisti vanno nei guai

Domenica sera donna in auto uscita di strada con alcol sei volte oltre il consentito. In via Milano un conducente aveva dosi di anfetamine nell'abitacolo.

(red.) Nella notte tra domenica 30 giugno e ieri, lunedì 1 luglio, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile e gli agenti della Polizia Locale di Brescia sono stati impegnati in due controlli a livello stradale e ottenendo risultati importanti. La prima scena ha visto i militari raggiungere la tangenziale Ovest di Brescia intorno alle 23, all’altezza dello svincolo per Fornaci, a causa di un’auto uscita di strada e contro uno spartitraffico. Alla guida, in quel momento riversa sul volante, c’era una 40enne sudamericana residente nella bassa bresciana e che ha fatto subito pensare al peggio. Ma lei stessa è finita nei guai.

Infatti, è stata svegliata nella sua Ford Fiesta dalla vista delle forze dell’ordine alle quali ha detto di non aver bisogno di nulla. E quando ha faticato a trovare il libretto di circolazione e non avendo nemmeno la patente senza riuscire a recuperarla, i militari si sono insospettiti avvertendo anche un forte odore di alcol. Così l’hanno sottoposta al test del caso rilevando una concentrazione di quasi sei volte oltre il limite consentito. Per lei è arrivata una denuncia per guida in stato di ebbrezza e il danneggiamento della segnaletica stradale e la vettura è stata sequestrata in vista della confisca.

La municipale, invece, ha fermato un 35enne residente in Valsabbia perché non voleva sottoporsi al test dell’alcol e della droga. E’ stato bloccato in via Milano a bordo della sua Golf e dopo aver compiuto una serie di manovre azzardate. Quando è stato bloccato, si è scagliato contro le forze dell’ordine che lo hanno perquisito. Nell’abitacolo c’erano alcune dosi di metanfetamina e così si è visto ritirare la patente, ma anche incassare una denuncia per oltraggio a pubblico ufficiale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.