Verona, malore per carpentiere da Brescia: muore

Ieri in ospedale a San Bonifacio il decesso di un operaio 24enne kosovaro che giovedì si era sentito male dopo aver lavorato in un cantiere di una villa.

Più informazioni su

(red.) Il grande caldo di questi giorni intorno a sabato 29 giugno ha anche provocato una vittima bresciana. Si tratta di un operaio di 24 anni kosovaro, residente nella nostra provincia, deceduto ieri, venerdì, all’ospedale San Bonifacio di Verona dove era stato ricoverato nel tardo pomeriggio del giorno precedente in seguito a un malore. Il giovane, con altri colleghi di un’azienda bresciana, come ogni mattina era partito a bordo di un mezzo aziendale verso Colognola ai Colli, nel veronese, per effettuare alcuni lavori di ristrutturazione alla villa Zoppi.

Al termine della giornata, dopo le 17,30, aveva raggiunto il vicino marciapiede lungo la provinciale per poi accasciarsi. Eppure, non aveva avuto problemi durante la mansione da carpentiere. Quando i colleghi lo avevano visto sentirsi male, avevano subito allertato i soccorsi facendo arrivare l’elicottero. Quindi, il trasferimento in gravi condizioni in ospedale e ieri il decesso. Sull’accaduto indagano i funzionari della Prevenzione di Verona.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.