Quantcast

Gussago, blackout lascia all‘asciutto i rubinetti

Prima mercoledì notte, poi ieri mattina dopo le 10. Diverse zone del paese senza acqua nei giorni più caldi. Gruppi elettrogeni attivati alla Richiedei.

(red.) Una parte di Gussago, in Franciacorta, nel bresciano, è rimasta senza acqua ieri, giovedì 27 giugno, nel giorno tra i più caldi dell’anno, a causa di un blackout elettrico all’acquedotto. Il disagio si era iniziato ad avvertire nella notte di mercoledì e si è ripetuto ieri mattina dopo le 10 nel momento in cui gli operai della società elettrica chiamati sul posto si erano rimessi al lavoro. La situazione è poi tornata normale dopo le 13, mentre A2a gestore del servizio idrico ha chiesto di sospendere l’irrigazione per una giornata.

Il problema maggiore derivante dal blackout ha riguardato la clinica Richiedei dove le attività sanitarie sono state comunque garantite grazie all’intervento di emergenza di A2a che ha attivato tre gruppi elettrogeni. A livello di paese, il disagio si è consumato nella zona di via Staffoli e nella parte a sud di Gussago, fino alla frazione di Sale, dove i rubinetti sono rimasti all’asciutto.

Della situazione è stato avvertito il sindaco che ha messo in campo tutte le misure necessarie per fronteggiare il problema. Dalla società A2a confermano che si sono presentati due guasti tra mercoledì notte e ieri mattina nel momento in cui Enel ha dovuto fermare la linea per svolgere le riparazioni del caso.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.