Monno, beccato a lasciare rifiuti: il conto è salato

La Polizia Locale ha raggiunto il trasgressore dopo aver analizzato il contenuto di alcuni sacchi abbandonati. 600 euro di multa, oltre alla bonifica.

Più informazioni su

(red.) Nei giorni precedenti a sabato 8 giugno gli agenti bresciani della Polizia Locale dell’Unione dell’Alta Valcamonica hanno fermato una persona rea di un continuo lancio di sacchi della spazzatura in una scarpata a Monno, lungo la statale del Tonale. Si tratta di un’area che da tempo è diventata una discarica a causa dei comportamenti irrispettosi di turisti e residenti. Ma ora si è riusciti almeno a identificarne uno e che di fatto pagherà per tutti gli altri.

Le forze dell’ordine sono arrivate a lui dopo aver analizzato i contenuti dei sacchi e trovando pezzi di lettere e alcune bollette. Così sono risaliti all’utente che non ha potuto fare altro che ammettere le proprie responsabilità. E il conto che dovrà pagare è salato, perché non si limita ai 600 euro di multa, ma anche per la completa bonifica e pulizia dell’area. E in futuro, per evitare altri episodi simili, il Comune sta pensando di piazzare una telecamera di sorveglianza sul posto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.