Petardi e bombe carta a Manerbio, due denunciati

Sono un 30enne del paese e un imprenditore agricolo di Milzano che si divertivano a vedere i residenti terrorizzati dai boati. In casa altro esplosivo.

(red.) Per i numerosi episodi di petardi e bombe carta fatti esplodere nell’arco di diversi giorni a Manerbio, nella bassa bresciana, tra la periferia e il centro storico, i carabinieri della compagnia di Verolanuova hanno identificato e denunciato due persone. Sono un cittadino di Manerbio di 30 anni e un imprenditore agricolo 40enne residente a Milzano. Il loro scopo era quello di divertirsi mentre, al contrario, i residenti erano terrorizzati dai continui boati. E a farli beccare è stato un filmato di una telecamera di sorveglianza di un locale che ha indotto i militari a risalire ai due, ora accusati di esplosioni pericolose in centro abitato, introduzione nello Stato e omessa denuncia di materie esplodenti.

I loro raid si sono concentrati nell’arco di un mese su tutto il territorio del paese e usando esplosivi comprati in modo illegale su un sito web straniero. E’ stato l’ultimo episodio, quello della bomba carta fatta esplodere nei giorni precedenti a venerdì 31 maggio in via Matteotti, a muovere i carabinieri che hanno raccolto il filmato decisivo da un locale della zona.

Proprio dalle immagini si notava come i due avessero piazzato un candelotto per poi rifugiarsi nel bar e aspettando che scoppiasse. I militari hanno anche perquisito le loro abitazioni trovando altre bombe carta per tre chili e tutto il materiale è stato sequestrato. Infatti, autorizzato solo a persone con licenza, contenevano polvere esplosiva in quantità decisamente maggiori rispetto a quelle consentite.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.