Brescia, evade da casa per andare alle slot machine

Secondo arresto in un mese per un 52enne senegalese che aveva ricevuto le manette dopo essere stato trovato con la droga. In sala slot di via Triumplina.

(red.) Nelle ore precedenti a mercoledì 29 maggio gli agenti della Polizia Locale di Brescia hanno pizzicato un 52enne senegalese all’interno di una sala slot di via Triumplina, in città. Peccato che dovesse restare agli arresti domiciliari per una vicenda di droga. L’africano si è giustificato dicendo di comprare del pane e poi di aver bisogno di denaro, ma non ha spiegato perché si trovasse tra macchinette da gioco e video lottery. L’uomo, tra l’altro, era già finito in manette lo scorso 6 maggio e per lui si tratta della seconda volta in questa operazione condotta dalla municipale per il contrasto allo spaccio di droga.

Gli operatori hanno controllato i movimenti degli stranieri vicino al locale spesso segnalato dai residenti e hanno notato il 52enne già arrestato ai primi di maggio. In quell’occasione venne scoperto con 20 grammi di cocaina e sottoposto ai domiciliari. Ma non ha rispettato la direttiva e tra l’altro nel suo appartamento dove vive con la moglie e un figlio sono state trovate anche tracce di marijuana e hashish.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.