Lumezzane, operaio si infortuna a una mano: grave

Un 50enne italiano è rimasto bloccato nella morsa di una trancia ieri mattina in una fabbrica a Gazzolo. Soccorso in elicottero verso il centro Peschiera.

(red.) Nella mattina di ieri, giovedì 23 maggio, un operaio 50enne italiano è rimasto vittima di un infortunio sul lavoro a Lumezzane, in Valtrompia, nel bresciano. E’ successo pochi minuti prima delle 8,30 alla fabbrica Bolognini di via Maestro Zanagnolo, in località Gazzolo, quando l’addetto stava operando a una trancia. A un certo punto, forse per una distrazione o per un guasto al macchinario, è rimasto bloccato con una mano nella morsa.

I colleghi hanno subito allertato i soccorsi al 112 facendo muovere l’automedica, un’ambulanza della Croce Bianca di Lumezzane, l’Ats di Brescia e i carabinieri della stazione locale e della compagnia di Gardone Valtrompia. Viste le condizioni ritenute serie del lavoratore, è stato allertato anche l’elicottero atterrato nello stadio “Tullio Saleri”. Qui è giunta l’ambulanza con a bordo l’operaio ferito, poi condotto in codice rosso al centro specializzato Pederzoli di Peschiera del Garda, in provincia di Verona.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.