Breno, è ai domiciliari ma va in palestra: manette

Un 24enne, costretto alla detenzione in casa dopo un arresto per spaccio, è stato beccato mentre si allenava in una struttura. Per lui altra reclusione.

(red.) Nelle ore precedenti a venerdì 17 maggio i carabinieri bresciani del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Breno hanno arrestato un 24enne pregiudicato per evasione dagli arresti domiciliari. Di origine marocchina, ma cittadino italiano, stava scontando la detenzione casalinga dopo una condanna definitiva per reati di spaccio di sostanze stupefacenti. Il tribunale di Sorveglianza di Brescia lo aveva autorizzato a due ore di permesso al giorno che gli consentivano di muoversi libero, ma con l’unica limitazione di non allontanarsi dal comune dove stava espiando la pena.

E i militari lo hanno bloccato all’interno di una palestra a Breno mentre si allenava. Il giovane, infatti, non era stato autorizzato a praticare sport in quella struttura e quindi è finito in manette. Il 24enne ha cercato di giustificare al giudice, durante la convalida, di aver bisogno della palestra per la fisioterapia a causa di alcuni problemi alla schiena. Ma per lui sono arrivati otto mesi di reclusione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.