Paisco Loveno, pioggia fa franare la montagna

Giovedì sera smottamento di terriccio e massi sulla provinciale che è stata chiusa. Per fortuna nessun ferito, ma è stato l'ennesimo episodio della serie.

Più informazioni su

(red.) Il ritorno delle piogge nel bresciano nei giorni precedenti a sabato 27 aprile ha anche provocato nuovi danni in una zona della Valcamonica. E’ successo a Paisco Loveno dove giovedì 25 sera si è verificato uno smottamento. L’ennesimo, visto che la zona spesso è rimasta colpita a causa della sua fragilità. Alcune decine di metri cubi di massi, terra e piante sono scivolati verso valle fino alla provinciale 294, tra Forno Alione e il passo del Vivione, portando all’iniziale chiusura della carreggiata. E tra l’altro in un posto dove nel 2017 la Provincia aveva finanziato un intervento di consolidamento.

Per fortuna al momento della frana, intorno alle 20, sul posto non stava circolando nessuno. Tutta colpa del maltempo, ma anche delle piante rimaste a terra dopo le sferzate di fine ottobre e che hanno portato tutto il materiale a sedimentarsi sull’asfalto. Ieri, venerdì, un geologo ha svolto un sopralluogo indicando la necessità di piazzare alcuni chiodi ai quali attaccare le reti di protezione e pulire l’intera frana. Dopo l’ordinanza di chiusura disposta dal sindaco, ieri la circolazione è stata parzialmente riaperta a senso unico alternato.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.