Quantcast

Agente usa una banconota falsa, ora è indagato

Inchiesta della Finanza per poliziotto della Locale della Valsabbia che avrebbe usato un tagliando da 50 euro sequestrato alcuni giorni prima dai colleghi.

Più informazioni su

(red.) Dai giorni precedenti a martedì 2 aprile un agente bresciano della Polizia Locale della Valsabbia è indagato per peculato, sottrazione di cose sottoposte a sequestro in un procedimento penale e spendita di banconote false. Secondo quanto ricostruito dalla Guardia di Finanza che coordina l’indagine, infatti, il vigile urbano alcune settimane prima avrebbe preso una banconota falsa da 50 euro che era stata sequestrata dai colleghi nei giorni precedenti. E poi si sarebbe presentato in banca con quel denaro. Su quanto accaduto la procura di Brescia ha aperto un’inchiesta e dopo che l’impiegato dell’istituto di credito, accertata la falsità della banconota, ha segnalato il caso alla Banca d’Italia.

Quindi sono intervenute le Fiamme Gialle che hanno controllato il tagliando di 50 euro scoprendo che si trattava proprio di quella sottratta e sequestrata dalla Polizia Locale. A questo si aggiunge il fatto che, dopo il ritrovamento di quella banconota, sarebbe stato cancellato il fascicolo. Ora la Finanza vuole capire se sia stato un malinteso oppure se l’agente abbia agito con cognizione di causa. L’ufficio e la casa del vigile sono stati perquisiti e al momento il diretto interessato si è preso un periodo di riposo dal lavoro. Rischia anche un procedimento disciplinare.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.