Quantcast

Montichiari, donne cercano di truffare anziano

Le giovani hanno cercato di sedurlo con la scusa di sottoscrivere un contratto fasullo per una società elettrica. Ma poi interviene la Polizia Locale.

(red.) Una società di Brescia sembra che più che fornire servizi metta in campo dei truffatori. Uno di questi episodi è avvenuto a Vighizzolo di Montichiari, nella bassa, dove un anziano residente in via San Giovanni si è trovato alla porta di casa quattro giovani donne avvenenti interessate a fargli sottoscrivere un presunto contratto di fornitura di energia elettrica di una società non precisata. Si tratta di quattro 25enni, di cui due marocchine, una brasiliana e un’italiana. Sfruttando il proprio appeal, hanno tentato di raggirare l’uomo che però è rimasto subito insospettito dal fatto di sentirsi dire che il suo contratto con Enel fosse scaduto.

Per questo motivo e di fronte all’insistenza delle ragazze ha chiamato la Polizia Locale che però non ha ancora fatto denunce e sta approfondendo i profili delle quattro. E si cerca anche di capire se ci siano altre vittime, magari raggirate dallo stesso gruppo. Durante le indagini si è scoperto che le quattro lavorano per una società per la quale operava anche una coppia di giovani finiti in manette alla fine di febbraio sempre per truffa verso gli anziani facendo firmare contratti falsi. Altri due dipendenti della stessa impresa sono stati arrestati per furti nelle case.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.