Quantcast

Esenta di Lonato, ladri di lampade votive al cimitero

L'episodio nel weekend quando i fedeli hanno notato l'assenza di alcune luci sradicate dalle lapidi. L'ultimo episodio un mese fa. Si chiedono telecamere.

(red.) Nelle ore precedenti a lunedì 25 marzo il cimitero di Esenta a Lonato del Garda, nel bresciano, è finito di nuovo nel mirino dei ladri. Infatti, aldilà degli episodi degli ultimi anni, il più recente era avvenuto solo alla fine di febbraio quando erano stati portati via dei vasi portafiori in rame, lampadari e altri arredi delle tombe di famiglia. Stavolta i malviventi se la sono presa con le lampade votive, tanto da depredarne una quarantina come ne dà notizia Bresciaoggi.

La segnalazione è giunta da alcuni cittadini che vanno a visitare i propri cari defunti nel fine settimana e si sono così trovati di fronte agli spiacevoli episodi. Di questi è stata avvisata la Polizia Locale che ha effettuato un sopralluogo sul posto, ma senza trovare tracce della refurtiva. La sensazione è che a colpire siano stati individui che conoscono il funzionamento del cimitero.

Infatti, l’apertura è gestita elettronicamente senza un custode e su un lato è presente un muro abbastanza basso da poter scavalcare. A questo punto in molti chiedono di installare le telecamere di videosorveglianza già previste e insieme a qualche intervento di vigilanza privata.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.