Tignale, rogo tra i boschi poi viene subito spento

Ieri l'incendio è divampato in una zona impervia al confine con Gargnano. Operatori e vigili del fuoco al lavoro. Forse qualcuno ha bruciato sterpaglie.

Più informazioni su

(red.) Intorno all’ora di pranzo di ieri, venerdì 22 marzo, è divampato un incendio tra i boschi di Tignale, in una zona impervia del paese dell’alto Garda bresciano, nei pressi della malga Nangoi. Il punto è quello al confine con Gargnano e dove sono presenti una serie di abitazioni private. Le fiamme, considerata la forte siccità, potevano allargarsi ben oltre quel fronte, invece gli operatori antincendio di Tignale Soccorso con i vigili del fuoco di Tremosine e Salò sono stati tempestivi nel circoscrivere e poi domare il fronte.

La sensazione è che qualcuno, nonostante il periodo, abbia voluto bruciare sterpaglie e rovi senza considerare i rischi ai quali l’azione poteva andare incontro. Nel pomeriggio le fiamme sono state domate per poi dare spazio alle operazioni di bonifica.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.