Polmonite, altra vittima. E’ una donna di Alfianello

E' 58enne madre di famiglia l'ultima deceduta per l'epidemia che aveva colpito la Bassa la scorsa estate. Si è aggravata di nuovo dopo lo scorso dicembre.

Più informazioni su

(red.) Dalla provincia di Brescia arriva un nuovo caso di decesso a causa della polmonite batterica che la scorsa estate del 2018 aveva contagiato circa mille persone, in particolare nella bassa bresciana orientale. Come risulta a Bresciaoggi, l’ultima vittima è una donna di 58 anni residente ad Alfianello e che ha perso la vita per il riacutizzarsi del virus preso lo scorso dicembre. Salgono così a otto i morti per la polmonite batterica e di cui, in alcuni casi, erano state trovate anche tracce di legionella. Il decesso della 58enne, madre di famiglia, è avvenuto nei giorni precedenti a sabato 23 marzo e dopo essere stata ricoverata all’ospedale di Cremona.

Il marito ha raccontato al quotidiano bresciano che la consorte si era ammalata il 19 dicembre ed era finita in coma. Dopo oltre una settimana in terapia intensiva i medici le avevano sciolto la prognosi, ma disponendo un periodo di riabilitazione in una clinica. Così la donna di Alfianello sembrava che si stesse riprendendo. Invece, la situazione è peggiorata di nuovo ai primi di marzo tanto da essere ricoverata proprio a Cremona dove è arrivato il decesso.

Di certo, come segnala il marito, la donna era in ottime condizioni di salute prima di contrarre la polmonite. La procura di Brescia, che dalla scorsa estate ha aperto un’inchiesta per epidemia colposa per la vasta escalation di episodi, ha deciso di acquisire anche le cartelle cliniche di questa ultima vittima.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.