Camion pirata a Pralboino, via patente per 2 anni

A gennaio in via Canossi lo sportellone di un mezzo pesante si era aperto colpendo un veicolo di passaggio. Ma l'autista non si era fermato per i soccorsi.

(red.) Nelle ore precedenti a giovedì 21 marzo la prefettura di Brescia ha notificato la sospensione della patente per due anni a un camionista che lo scorso gennaio 2019 aveva provocato un incidente stradale con il suo mezzo pesante, ma senza poi fermarsi. Tre mesi fa l’autotrasportatore si stava muovendo in via Canossi a Pralboino, nella bassa bresciana, quando all’improvviso uno sportellone del camion si era aperto urtando una Volkswagen Golf condotta da una donna e che stava arrivando dal senso opposto.

Questa era rimasta ferita, ma il conducente del mezzo pesante aveva proseguito la corsa senza occuparsi dell’assistenza. Le testimonianze e le immagini riprese dalle telecamere e dai portali di lettori di targhe avevano aiutato gli agenti della Polizia Locale di Leno a identificare e rintracciare il camionista.

Questo si era giustificato dicendo di aver appena lavato il mezzo pesante e che probabilmente il ghiaccio aveva impedito agli sportelli di chiudersi bene. Tutto il materiale relativo all’accaduto era stato inviato alla prefettura che a tre mesi di distanza ha disposto la sospensione di ogni titolo di guida dell’uomo per due anni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.