Quantcast

Puegnago, ladri al bancomat: via con 20 mila euro

Sabato notte l'ennesimo colpo nel bresciano. In via Nazionale a Raffa i banditi hanno preso di mira la Bcc del Garda piazzando una marmotta esplosiva.

Più informazioni su

(red.) Ennesimo assalto ai danni di uno sportello bancomat in provincia di Brescia. L’ultimo episodio in ordine di tempo è andato in scena nella notte tra sabato 16 e ieri, domenica 17 marzo, a Raffa di Puegnago del Garda. E’ accaduto intorno alle 3,30 quando un commando formato da 4-5 persone, tutti professionisti, proveniente dalla provinciale 572 ha raggiunto via Nazionale dove si trova la filiale della Bcc del Garda. E si sarebbe trattato di un colpo organizzato e ben definito nei dettagli, tanto da avvenire in pochi minuti e con un bottino non di poco conto. Tra l’altro, si tratta del terzo episodio in neanche un anno nel paese gardesano. Giunti con una berlina scura, in quattro sarebbero scesi, mentre un quinto elemento potrebbe essere rimasto all’interno del veicolo per garantire la fuga.

Hanno quindi usato della vernice spray su una lampada esterna per lasciare l’ambiente nel buio, poi hanno anche disattivato una telecamera che punta direttamente sullo sportello. Hanno poi piazzato una marmotta esplosiva nel bocchettone del punto di prelievo e l’hanno fatto saltare in aria. Una deflagrazione che ha svegliato l’intero quartiere e fatto innescare l’allarme. Ma la banda ha avuto il tempo di portare via circa 20 mila euro, anche se il bottino sarà definito nei dettagli solo questa mattina, lunedì 18. L’istituto di credito, che per tutta la giornata di ieri è stato presidiato dalle guardie giurate, si presentava devastato, ma stamattina ha comunque riaperto regolarmente.

Su quanto accaduto indagano i carabinieri di Manerba e del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Salò che avevano raggiunto lo sportello nei minuti successivi all’allarme, ma i malviventi erano già fuggiti. A questo punto si stanno anche valutando le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza presenti in zona e che potrebbero aver immortalato il transito dell’auto dei ladri. E non è escluso che a colpire sia stata la stessa banda entrata in azione, ma senza riuscirci, anche a Montichiari, Flero e Clusane d’Iseo nelle scorse settimane.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.