Quantcast

Manerba, passanti salvano barista colto da infarto

Ieri mattina il gestore 49enne del chiosco al porto Torchio ha avuto attacco cardiaco. Con aiuto di un defibrillatore è stato rianimato e poi in ospedale.

Più informazioni su

(red.) E’ stato un intervento decisivo quello condotto ieri mattina, domenica 3 marzo, in attesa dei soccorsi, a Manerba del Garda, nel bresciano e che ha salvato la vita a una persona. E’ successo intorno alle 10 quando il gestore 49enne del chiosco al porto Torchio ha accusato un infarto mentre era al lavoro. In quelle condizioni, a terra, è stato notato da un primo passante che lo ha assistito praticandogli un massaggio cardiaco. In quei minuti e in suo aiuto è poi giunta anche un’infermiera fuori servizio, intenta a passeggiare come tanti altri e che ha recuperato il defibrillatore piazzato dall’amministrazione comunale nelle vicinanze.

L’addetta ha usato il macchinario sul 49enne facendolo rianimare e nel frattempo sul posto sono arrivati anche i mezzi di soccorso che erano stati allertati. Presenti, quindi, l’automedica e un’ambulanza da Lonato insieme ad altri operatori di Desenzano e Brescia. Sul posto è atterrato anche l’elicottero proveniente da Brescia che si è fatto carico dello sfortunato barista portandolo in codice rosso al pronto soccorso dell’ospedale Civile. Le sue condizioni sono gravi, ma dovrebbe riprendersi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.