Quantcast

Agguato a Suzzara, autori residenti nel bresciano

Due dominicani in manette a Torino a due giorni di distanza dal colpo di pistola rifilato a un 24enne connazionale. Ora sono stati condotti in carcere.

Più informazioni su

(red.) E’ stato un vero e proprio agguato quello che hanno messo in atto giovedì scorso 28 febbraio due giovani dominicani nei confronti di un loro connazionale. E’ successo a Suzzara, in provincia di Mantova, dove un 22enne e un 32enne, residenti a Gussago e Desenzano, nel bresciano, hanno bussato alla porta di un’abitazione. Dall’interno è uscito un 24enne che è stato raggiunto all’addome da un colpo di pistola. Subito dopo i due aggressori sono fuggiti a bordo di un’auto sperando di far perdere le proprie tracce. Invece, sono stati beccati due giorni dopo, sabato 2 marzo, durante un controllo effettuato da alcune Volanti della questura di Torino nel capoluogo piemontese.

I due, pregiudicati e sui quali pendeva l’indagine dei carabinieri di Mantova per l’accaduto di giovedì, sono stati identificati. All’interno del veicolo non c’era la pistola per l’agguato, ma un coltello. La sensazione è che si trattasse di un regolamento di conti tra bande rivali, considerando che gli aggressori e la vittima, poi operata e non più in pericolo di vita, hanno residenza a Terni. I due pregiudicati sono finiti in carcere a Torino per tentato omicidio, sequestro di persona e porto abusivo di armi da fuoco.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.