Bassa, dai Nas sotto sequestro tonnellata carni

Martedì l'operazione dei carabinieri in tutta Italia per il Capodanno cinese. La carne trovata in una macelleria non aveva tracciatura. Negozio chiuso.

Più informazioni su

(red.) Nella giornata di martedì 5 febbraio i carabinieri del Nucleo Antisofisticazione (Nas) hanno svolto una serie di controlli in tutta Italia in occasione del Capodanno cinese che si è celebrato ieri, mercoledì 6. E l’operazione che ha portato a risultati maggiori è stata effettuata in provincia di Brescia. In una cella frigorifera di una macelleria nella Bassa, infatti, i militari hanno scoperto e sequestrato una tonnellata di alimenti tra carni, insaccati e formaggi.

Per un valore totale di circa 7 mila euro, i prodotti non avevano le indicazioni di rintracciabilità ed erano confezionati senza la specifica autorizzazione ministeriale. Subito dopo il blitz da parte delle forze dell’ordine, la tonnellata di carne è stata inviata in un impianto di smaltimento per essere distrutta come prevede la legge, mentre il negozio è stato chiuso in attesa che il titolare possa regolarizzare la propria posizione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.