Ai domiciliari spaccia eroina in ciabatte in giardino

Intervento della Polizia Locale in città per un tunisino che era stato arrestato ai primi di gennaio. Aveva nascosto la droga in alcune buche fuori casa.

(red.) Era stato arrestato lo scorso 3 gennaio per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ma nonostante questo continuava imperterrito dalla propria abitazione, dove era ristretto ai domiciliari, a piazzare droga. Nel mirino nelle ore precedenti a venerdì 1 febbraio è finito un 54enne tunisino che aveva trovato un metodo molto particolare per cercare di non farsi di nuovo beccare con la droga in mano. In effetti, usciva nel giardino di casa in ciabatte e senza indossare un giubbotto, muovendo al guinzaglio il proprio cane. E considerando il freddo di questi giorni non era una tenuta ideale per l’uomo.

Ma la Polizia Locale di Brescia, che lo teneva monitorato, aveva capito che i domiciliari non fossero pienamente rispettati. E sono entrati in azione nel momento in cui, passando da quelle parti, lo hanno individuato mentre raggiungeva un punto particolare del proprio giardino. In pratica il 54enne aveva deciso di nascondere all’esterno e non in casa le varie dosi di sostanze. E mentre raggiungeva l’angolo nascosto, è stato poi beccato dalla municipale.  In quella buca c’erano poco più di 16 grammi di eroina. La perquisizione è poi proseguita in casa dove sono stati trovati altri sacchetti in cellophane e in grado di contenere l’eroina. Per l’uomo sono scattate di nuovo le manette e il giudice ha deciso di lasciarlo comunque agli arresti domiciliari.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.