Quantcast

Sabbio, famiglia intossicata da monossido in casa

Venerdì notte i componenti soccorsi e portati in ospedale in tempo. La figlia, rimasta indenne, è andata a scuola il giorno dopo. Condizioni non gravi.

(red.) Alcuni dettagli sono ancora da chiarire, ma per fortuna non sono in condizioni gravi i componenti di una famiglia marocchina formata da padre, madre e due figli che nella notte tra venerdì 11 e sabato 12 gennaio sono rimasti vittime di un’intossicazione da monossido di carbonio. E’ successo in un’abitazione in via Roma a Sabbio Chiese, nel bresciano. Il pericoloso gas sarebbe giunto da una stufa malfunzionante e nonostante la sensazione di assopimento, qualcuno è riuscito a contattare i soccorsi al 112.

Tre di loro – padre, madre e il figlio – sono stati portati all’ospedale Civile di Brescia, mentre pare che la figlia sia rimasta in casa perché non aveva subito gli effetti dell’intossicazione. Questa situazione è venuta alla luce solo la mattina successiva quando la piccola di 9 anni è persino andata a scuola. Ma l’ospedale ha dato indicazioni per prelevarla dall’istituto e portare in corsia per tutte le analisi del caso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.