Quantcast

Orzinuovi, rubate tre statue di angeli dal cimitero

Il raid nella notte tra venerdì e sabato al campo santo non coperto dalle telecamere. Forse un furto su commissione. Sono tre effigi in marmo di Botticino.

Più informazioni su

(red.) Nella notte tra venerdì 11 e sabato 12 gennaio scorsi il cimitero bresciano di Orzinuovi è stato teatro di un particolare furto. Infatti, sono sparite tre pesanti statue di angeli in marmo di Botticino e che si trovavano su altrettante tombe. Il primo a scoprire l’episodio è stato il custode che sabato mattina ha notato segni di effrazione a un cancello laterale del campo santo. E’ quindi probabile che i malviventi, di certo più di uno visto il lavoro commesso e il volume delle statue, siano entrati da lì per raggiungere i loculi.

La notizia ha quindi toccato i parenti dei defunti, segnalando il caso ai carabinieri e alla Polizia Locale per avviare le indagini. Che saranno rese difficili, però, per il fatto che il tempio non è dotato di telecamere di videosorveglianza, in previsione di essere installate entro febbraio. A primo impatto non si tratterebbe di un atto vandalico, ma di un vero e proprio furto su commissione. Anche perché, aldilà del cancello e delle tre tombe profanate, non ci sono altri segni di passaggio. Da capire anche se i tre angeli siano destinati a un altro cimitero, oppure ad abbellire un parco o una casa privata. Non è nemmeno escluso che possano essere usati in particolari riti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.