Due bresciani salvati a Natale da rischio tragedie

30enne bresciano fermato mentre camminava accanto ai binari nel mantovano prima dell'arrivo di un treno. A Orzinuovi un 45enne tenta il suicidio da ponte.

Più informazioni su

(red.) Rischiavano di diventare due tragedie nel giorno di Natale, invece e per fortuna non è stato così. Il primo episodio di martedì 25 dicembre, di mattina, ha riguardato un 30enne bresciano che si stava muovendo a piedi lungo la massicciata accanto ai binari della linea ferroviaria nel mantovano. E’ stato notato in quell’atteggiamento così pericoloso da parte dei poliziotti che hanno cercato di attirare la sua attenzione a pochi minuti dall’arrivo di un treno. Ma visto che il giovane procedeva imperterrito, lo hanno dovuto allontanare con la forza dai binari. E’ stato poi consegnato ai sanitari.

A Orzinuovi, invece, un 45enne ha cercato di suicidarsi lanciandosi da un cavalcavia in via Cesarina. Anche in questo caso sono stati decisivi i carabinieri e le ambulanze per soccorrerlo. L’uomo, che ha riportato la frattura del bacino, è stato trasportato in codice rosso all’ospedale Civile di Brescia in elicottero, ma non sarebbe in pericolo di vita.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.