Mompiano, presepe apre dopo blitz vandali

Sabato l'installazione de I Gnari de Mompià in valle era stata devastata: statue in pezzi e luminarie tranciate. Ieri la solidarietà di tutta la città.

(red.) Il vile atto vandalico ai danni del presepio allestito da I Gnari de Mompià nella valle di Mompiano a Brescia, in città, non ha fatto altro che aumentare la solidarietà e rendere ancora più unita la comunità. Non a caso ieri, domenica 23 dicembre, erano in centinaia a partecipare alla “vernice” della Natività che viene allestita ogni anno dal 1999. Il giorno precedente all’inaugurazione, infatti, alcuni ignoti avevano raggiunto il posto distruggendo le ventitré edicole presenti e tranciando in più punti le luminarie che erano state allestite.

Di fronte a quello scempio, la comunità bresciana ha risposto con un lungo pellegrinaggio al presepio portando statuine verso la grotta, mentre la chiesa di Santa Maria ha donato la natività. E per rendersi ancora più vicini all’installazione erano presenti alcuni consiglieri comunali insieme al vescovo Pierantonio Tremolada che ha benedetto la composizione. Subito dopo il fatto di sabato, il gruppo guidato da Marcello Pelizzari e la Bobo Archetti di Marco Palamenghi si sono chiesti quale fosse il motivo di un raid tanto violento.

Infatti, le statue che erano state ricomprate nel 2017 sono state ridotte in pezzi. E tra le 23 edicole finite nel blitz c’erano i pensieri dei ragazzi degli oratori e degli scout. E la sensazione, tuttavia, è che non si tratti di semplice vandalismo. Potrebbe essere stata una spedizione punitiva contro il gruppo per la salvaguardia del territorio e per il regolamento del Parco delle Colline. Di certo la Natività dal 1999 allestita nella grotta naturale non aveva mai subito blitz del genere, mentre il rifugio del gruppo degli “gnari” era stato incendiato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.