Bassa Bs, in auto quasi in coma etilico. Attacca Cc

Un 20enne aveva alcol sei volte oltre il limite ed è stato fermato non senza fatica. Ieri si è scusato davanti al giudice. Altro moldavo contro la caserma.

(red.) I casi di chi beve alcol e poi si mette al volante in barba alle regole del Codice della Strada e con il serio pericolo di provocare incidenti caratterizzano ogni fine settimana in provincia di Brescia. Ma succede anche che questi episodi siano più gravi. Domenica 16 dicembre, per esempio, i carabinieri della compagnia di Verolanuova che si trovavano lungo le strade per i consueti controlli si sono imbattuti in un 20enne bresciano alla guida del proprio veicolo.

Per lui i guai sono arrivati quando è stato sottoposto al test dell’alcol che ha accertato una concentrazione di alcol di 3,1 grammi per litro, cioé oltre sei volte il limite consentito. E quando si è reso conto del misfatto, ha aggredito i militari prima di essere bloccato. Ieri, lunedì 17, smaltita la sbornia si è presentato al tribunale di Brescia davanti al giudice delle indagini preliminari per chiedere scusa di quel suo raptus ed è stato rimesso in libertà in attesa del processo.

Stesso atteggiamento violento anche quello messo in campo in quelle ore da un moldavo senza fissa dimora. Portato in caserma per un controllo, si è scagliato contro le vetrate e gli arredi della sala d’attesa ed è stato denunciato per danneggiamento aggravato nei confronti di proprietà dello Stato. E sul fronte dell’alcol, sono proseguiti i controlli notturni da parte delle pattuglie delle stazioni legate alla compagnia di Verolanuova. Negli ultimi due giorni sono state ritirate altre tre patenti per guida in stato di ebrezza. I permessi sono saltati tra la 45 bis a Manerbio, la Corda Molle verso Poncarale e sulla sp 668 Lenese a Orzinuovi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.