Quantcast

Vobarno, guasto: famiglia colpita da monossido

Quattro componenti sono stati condotti in ospedale ieri sera dopo le 23 a causa delle esalazioni. Poi avvertiti in tempo i soccorsi che li hanno aiutati.

(red.) Con il gelo che in questi giorni sta colpendo il territorio bresciano, tornano a ripresentarsi gli incidenti per canne fumarie o caminetti non funzionanti o guasti. Con il rischio serio di provocare tragedie. Un episodio del genere è successo nella tarda serata di ieri, domenica 16 dicembre, in un’abitazione a Vobarno, nel bresciano. All’interno dell’appartamento vivono quattro componenti di una famiglia che all’improvviso si sono sentiti stanchi e assonnati, indotti da qualcosa. Si trattava del monossido di carbonio che aveva invaso le loro stanze.

Il gas silenzioso, ma pericoloso, ha scosso la famiglia che è riuscita in tempo ad allertare i soccorsi. E’ accaduto intorno alle 23 quando è partita la chiamata al 112, numero unico di emergenza, facendo arrivare i vigili del fuoco di Salò con le ambulanze. Tutti i quattro componenti sono stati condotti in ospedale per accertamenti a causa dell’intossicazione, mentre gli operatori antincendio hanno aperto porte e finestre per areare gli ambienti e far uscire il monossido. Le cause sono ancora da chiarire, ma pare che sia stato un guasto al caminetto in cui i fumi da combustione sarebbero fuoriusciti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.