Quantcast

Soncino, spray in classe: ad agire una bresciana

Una 14enne di Villachiara ieri mattina al Cfp "In Chiostro" ha spruzzato in mezzo ai compagni. Tra di loro sette, anche tre bresciani, hanno avuto fastidi.

Più informazioni su

(red.) Una ragazza bresciana di 14 anni, residente a Villachiara, rischia di finire seriamente nei guai dopo quanto ha commesso ieri mattina, lunedì 10 dicembre. La studentessa frequenta la classe prima di un corso da chef al centro di formazione professionale della cooperativa “In Chiostro” a Soncino, in provincia di Cremona. Intorno all’ora di pranzo, quando era appena iniziata l’ennesima ora di lezione, la 14enne ha estratto una bomboletta di spray urticante e poi spruzzata nell’ambiente dove c’erano una ventina di suoi compagni di classe. Probabilmente una bravata o anche la pessima volontà di emulare il tragico episodio alla discoteca “Lanterna Azzurra” di Corinaldo, in provincia di Ancona. Non a caso, sempre ieri si è verificato un episodio simile con lo spray anche in una scuola di Pavia.

Nella situazione di Soncino, dopo l’uso della bomboletta molti ragazzini hanno iniziato ad avvertire problemi respiratori e fastidi. Quindi sul posto, allertati dalla dirigenza, sono arrivate le ambulanze con i carabinieri per i soccorsi e ricostruire la dinamica di quanto accaduto. Ad avere la peggio sono stati sette ragazzi, di cui tre bresciani residenti a Orzinuovi, nel bresciano. Sono stati tutti visitati a scuola e nessuno ha avuto bisogno di essere portato in ospedale, anche perché nell’arco di mezzora l’effetto dello spray era svanito. Le forze dell’ordine che hanno iniziato a indagare hanno verificato essere stata la bresciana l’autrice del gesto. Ora c’è da capire dove abbia comprato la bomboletta o chi gliela abbia fornita. Il gesto è stato condannato dalla dirigenza che si dice pronta a prendere provvedimenti, mentre al momento per la ragazza, considerata l’età, non è arrivata alcuna ordinanza di fermo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.