Pertica Bassa, cade in un dirupo durante la caccia

53enne di Nozza di Vestone si era appoggiato a una pianta che non ha retto. Così è rotolato per venti metri fino a un altro sentiero. Condizioni non gravi.

Più informazioni su

(red.) A metà mattina di ieri, domenica 2 dicembre, un uomo di 53 anni residente a Nozza di Vestone è rimasto vittima di una caduta mentre era impegnato in una battuta di caccia a Pertica Bassa, in Valsabbia, nel bresciano. E’ accaduto dopo le 11,30 mentre, con altri amici di un gruppo, si stava occupando di una battuta venatoria ai cinghiali. Sembra che fosse con il proprio cane per raggiungere un ungulato appena colpito, quando si è appoggiato su una pianta presente accanto al sentiero. Ma questa non ha retto e il cacciatore è precipitato in un dirupo per circa venti metri tra le rocce, prima di finire in un sentiero più a valle.

Qui è stato raggiunto dagli amici ai quali ha detto di avvertire forti dolori alla schiena e al torace. Quindi, sono stati chiamati i soccorsi che hanno mobilitato sul posto il Soccorso alpino della Valsabbia, i vigili del fuoco, un’ambulanza da Odolo, un altro mezzo da Agnosine, oltre all’elicottero da Trento e i carabinieri della compagnia di Salò per ricostruire la dinamica. Lo sfortunato cacciatore è stato caricato con una speciale barella su un’ambulanza verso la località Avenone e da qui in volo in direzione dell’ospedale Civile di Brescia dove, per fortuna, le condizioni non sono state ritenute così gravi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.