Quantcast

Iuschra Gazi, sotto analisi il traffico telefonico

Si cerca di capire chi è transitato da altopiano di Serle quel giorno e si indaga su un'auto misteriosa. Ieri sentito di nuovo il testimone Enrico Ragnoli.

Più informazioni su

(red.) Quella di ieri, lunedì 19 novembre, è stata la prima giornata nell’ambito dei nuovi accertamenti e delle indagini per la scomparsa della 12enne bengalese autistica Iuschra Gazi. Era il 19 luglio quando la ragazzina, in gita sull’altopiano di Cariadeghe a Serle con altri compagni e insieme alla fondazione Fobap di Brescia, è sparita nel nulla. Di lei in seguito non è stata più trovata alcuna traccia. Come nuovo elemento, la procura di Brescia ha deciso di disporre un’analisi delle celle telefoniche relative a quel giorno per capire chi fosse transitato in quella zona in quelle ore. E in effetti si valuta anche per una vecchia Fiat 600 che, secondo alcuni testimoni, era stata sul posto per circa due giorni prima della misteriosa sparizione della ragazzina.

La vettura sarebbe legata a uno straniero e ora le forze dell’ordine stanno indagando per risalire al proprietario. Attualmente l’inchiesta dei magistrati Antonio Bassolino e Donato Greco indica come ipotesi di reato le lesioni personali nell’ambito della scomparsa. Escluso, quindi, il sequestro di persona. Ma i nuovi accertamenti potrebbero anche far propendere verso l’omicidio colposo. Nell’ambito della stessa inchiesta, gli inquirenti hanno raggiunto il carcere di Canton Mombello a Brescia per interrogare Enrico Ragnoli. Si tratta del 33enne detenuto per una precedente condanna e che era già stato sentito come testimone perché aveva detto di aver visto la ragazzina il giorno dopo la sparizione, seduta su una panchina di legno e poi fuggita.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.