Cazzago, pusher pensionato finito in manette

I carabinieri si sono mossi dopo aver perquisito un'auto in un parcheggio. Il loro fornitore era un 61enne che in casa aveva dosi, bilancini e materiale.

(red.) Lo scorso giovedì sera 15 novembre i carabinieri bresciani della stazione di Cazzago San Martino sono entrati in azione dopo aver notato dei movimenti sospetti in paese da parte di due individui in un parcheggio. Entrambi erano a bordo di un’auto e così i militari li hanno perquisiti trovando 10 grammi di marijuana addosso a un giovane operaio di 24 anni di Brescia e segnalato alla prefettura come consumatore di sostanze stupefacenti.

Gli accertamenti seguenti hanno portato a risalire al fornitore, nella sua casa di via Roma. Si trattava di un 61enne pregiudicato che nel proprio appartamento aveva 45 grammi di hashish e 400 circa di marijuana. Tutta la droga, divisa e già pronta per la vendita, con due bilancini di precisione e il materiale per preparare le dosi, è stato posto sotto sequestro. Il pensionato è finito in manette e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria che ha disposto il giudizio per direttissima. E’ arrivata quindi la convalida del fermo con l’obbligo di presentazione in caserma.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.