Gargnano, 32 volte al rosso: “Fanno così in Calabria“

Incredibile giustificazione di un albanese residente a Toscolano e immortalato decine di volte. Ora il taglio dei punti dalla patente e una maxi sanzione.

(red.) Incredibile il suo atteggiamento nel percorrere le strade, ma anche nella giustificazione che ha fornito. Protagonista in negativo dell’intera vicenda è un 31enne albanese che per 32 volte non ha rispettato il semaforo rosso piazzato nei pressi della chiesa di San Martino a Gargnano, sulla sponda bresciana del lago di Garda. Peccato per lui che sull’impianto fosse stata piazzata una telecamera e che in ciascuna delle 32 infrazioni lo abbia immortalato con la conseguente sanzione.

Ma è stato complicato risalire al trasgressore perché la vettura era stata comprata in Italia, poi giunta in Romania tanto da richiedere riferimenti alle autorità locali. Fino a quando una pattuglia della Polizia Locale lo ha beccato in flagrante mentre per l’ennesima volta passava al semaforo rosso. Il giovane albanese, residente a Toscolano Maderno, avrebbe detto di non aver visto il semaforo e, avendo vissuto in Calabria, del fatto che tutti facessero come lui. Oltre alla decurtazione dei punti dalla patente, dovrà pagare più di 5 mila euro di multa.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.