Pontoglio, lite con coltello in piazza tra due stranieri

Ieri sera in largo Diaz lo scontro verbale e poi fisico, con un 38enne tunisino finito a terra e soccorso in elicottero. Individuato e bloccato suo rivale.

Più informazioni su

(red.) Ieri, venerdì 26 ottobre, nella tarda serata, si è consumata una lite culminata nell’aggressione tra le strade di Pontoglio, nel bresciano. E’ successo dopo le 22 quando due stranieri si sono incontrati in largo Armando Diaz. Dagli attacchi verbali a quelli fisici il passaggio è stato breve, tanto che uno di loro ha estratto un coltello e colpito con un fendente al ventre chi aveva davanti, un tunisino di 38 anni. Questo è caduto a terra gridando dal dolore, mentre chi lo aveva colpito era riuscito a scappare. Alcuni passanti che hanno notato il ferito a terra e sanguinante lo hanno soccorso, poi allertato il 112.

Sul posto, oltre all’automedica da Bergamo e un’ambulanza, è arrivato anche l’elicottero abilitato al volo notturno e che ha trasferito il nordafricano all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo in codice rosso e per tutti gli accertamenti. Si sono poi mossi anche i carabinieri della compagnia di Chiari che per un’ora hanno controllato la zona fino a rintracciare e bloccare l’autore della coltellata.

Sembra che la lite tra i due fosse iniziata in un locale pubblico e poi si sarebbe aggravata sotto i portici della piazza, che spesso è stata teatro di episodi di spaccio di sostanze stupefacenti. E mentre si indaga per conoscere i motivi della discussione, non è escluso che si sia trattato proprio di questioni di droga. Chi ha estratto il coltello, un 30enne, è stato trovato dai militari con gli agenti della Polizia Locale nascosto nell’androne di un palazzo nelle vicinanze. E’ stato quindi arrestato. Nel corso della notte, per fortuna, le condizioni del ferito si sono resi meno gravi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.