Travolta da auto al bar, due autisti sono indagati

Non ancora fissato funerale della 55enne Lina Gorni. I due conducenti che si sono scontrati sono accusati di omicidio stradale. Il plateatico era regolare.

(red.) Non è stato ancora fissato il funerale di Lina Gorni, la 55enne che nel primo pomeriggio di lunedì 15 ottobre ha perso la vita dopo essere stata travolta da un’auto mentre sorseggiava un caffé tra i tavolini del bar “Leo Gaio” di via Milano a Brescia, in città. Infatti, il magistrato non ha ancora rilasciato il nulla osta per la donna la cui salma è stata ricomposta all’obitorio dell’ospedale Civile e che ieri, martedì, è stata meta di pellegrinaggio per numerosi conoscenti e amici. La donna, originaria di Botticino Mattina e infermiera al centro Casa di Dio di Mompiano, dava anche una mano proprio al bar quando c’era bisogno e lunedì pomeriggio era seduta tra i tavolini prima di iniziare il turno di lavoro alle 14, ma che non ha mai ripreso.

Non era sposata e non aveva figli e a piangerla ci sono la madre, la sorella e un fratello. In segno di lutto il bar di via Milano ha deciso di tenere chiusi i battenti, mentre a pochi centimetri dalla soglia, all’esterno, sono stati numerosi quanti hanno portato un fiore o un cero acceso per ricordare la donna che era molto conosciuta anche per la sua professione medica. Dal punto di vista delle indagini, dalla Polizia Locale che ha effettuato i rilievi fanno sapere che entrambi gli automobilisti che quel giorno prima delle 14 si sono scontrati sono indagati per omicidio stradale, mentre i primi test su alcol e droga sono risultati negativi. Anche il plateatico del bar era regolare e conforme a tutte le disposizioni, quindi per la 55enne si è trattata di una tragica fatalità: si è trovata in quel posto, tra i tavolini esterni del locale, nel momento sbagliato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.