Rissa Calcinato, convalidati arresti per i quattro

Gli autori sono due fratelli marocchini ed egiziani che sul posto di lavoro avevano avuto un litigio per futili motivi. Dopo l'ospedale sono ai domiciliari.

Più informazioni su

(red.) Quella di ieri, lunedì 15 ottobre, è stata la giornata della convalida degli arresti nei confronti dei quattro stranieri africani che sabato 13 pomeriggio si erano aggrediti tra le vie Matteotti e Cimitero a Calcinato, nel bresciano. I militari, ricostruendo i fatti, hanno scoperto che la rissa tra due gruppi di egiziani e marocchini era scoppiata per futili motivi e da ambienti di lavoro, visto che i quattro sono colleghi in un’azienda del paese.

Tutti erano armati di pietre, taglierini, un pezzo di legno lungo 40 centimetri e persino di un pedale di accensione e lo specchietto retrovisore di una vespa che era parcheggiata sulla strada. Per i quattro feriti, condotti in ospedale, sono arrivate prognosi dai 4 ai 25 giorni per ferite da taglio, traumi e fratture. Sono due marocchini di 34 e 38 anni e due egiziani di 35 e 37 anni che, dopo le dimissioni dall’ospedale, sono stati posti ai domiciliari. Il giudice delle indagini preliminari del tribunale di Brescia ha convalidato i fermi disponendo il rinvio del processo come richiesto dalle difese.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.