Quantcast

Manerbio, coltiva cannabis sul retro di casa: arresto

I carabinieri hanno sospettato dopo continuo via vai verso quell'abitazione di un 40enne residente in paese. C'erano dosi e "alberi" che stava piantumando.

(red.) Sfruttava l’area verde esterna sul retro della casa disabitata dei propri genitori a Manerbio, nel bresciano, per praticare giardinaggio. Ma quello illegale. Infatti, in realtà era un coltivatore di cannabis. Per questo motivo i carabinieri della stazione locale lo hanno fermato e arrestato dopo un blitz. Il diretto interessato è un 40enne, residente in paese e con precedenti, che sperava di contare sull’orto illecito per produrre sostanze stupefacenti.

Ma i militari, notando un continuo via vai verso quel posto, hanno voluto fare un controllo e analizzato l’appartamento. Tra il giardino sul retro e l’abitazione c’erano 100 grammi di cannabis in essiccazione, una borsa con quattro piante e altre due alte due metri. L’uomo, dopo le manette, si è visto convalidare l’arresto da parte del giudice delle indagini preliminari del tribunale di Brescia con l’obbligo di firma in caserma prima del processo che inizierà a dicembre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.